venerdì 2 dicembre 2016

L'ostrica e la perla

 
Come fa l'ostrica perlifera a fabbricare una perla? All'origine c'è un corpo estraneo – spesso un granello di sabbia o un parassita – che cade nel suo guscio. Per difendere i suoi tessuti dall'irritazione, l’ostrica produce e deposita vari strati di calcio che, in combinazione con altri minerali, creano intorno al corpo estraneo questo particolare oggetto prezioso chiamato perla. In pratica, questa inaspettata intrusione produce una forte reazione nell’animale che, non riuscendo ad espellere il corpo estraneo, comincia a secernere una sostanza cristallina liscia e dura, definita madreperla
 
Fino a quando il corpo estraneo resta all’interno, l’ostrica perlifera continua a secernere intorno ad esso la sostanza madreperlacea, strato su strato. Dopo pochi anni, il risultato sarà quello di una bella e splendente gemma. Mentre le pietre preziose devono essere sottoposte al taglio e levigate per farne emergere la bellezza, le perle non hanno bisogno di questo processo complementare. Nascono da questi molluschi con una naturale iridescenza e una lucentezza che nessun’altra gemma al mondo possiede.

Per l'ostrica quel corpo estraneo è una difficoltà, poiché la irrita. Non lo sopporta e vorrebbe espellerlo. Allora si mette a “lavorare su di sé” nell’unico modo che conosce: trasforma l’oggetto estraneo affinché non rappresenti più un fastidio per lei. La difficoltà la costringe a secernere una materia speciale con la quale avvolge quel granello di sabbia tanto sgradevole, e questo, anziché venire distrutto o espulso, resta all’interno... ma diviene bellissimo e prezioso.

La conoscenza di sé

 
Quanto più conoscete voi stessi, tanto più c’è chiarezza.”
(Jiddu Krishnamurti)

“Ora, per favore, ascoltate con attenzione, perché vi siete fatti delle idee strane sulla conoscenza di sé – che per ottenerla dobbiate esercitarvi, dobbiate meditare, dobbiate fare ogni genere di cose. È molto semplice, signori. Il primo passo è l’ultimo nella conoscenza di sé, l’inizio è la fine. Il primo passo è ciò che conta perché non è cosa che possiate apprendere da un altro. Nessuno può insegnarvela, dovete scoprirla da soli; deve essere una vostra scoperta, e quella scoperta non è qualche cosa di tremendo, di assurdo; è semplicissima.

In fin dei conti, conoscere voi stessi è osservare la vostra condotta, le vostre parole, quel che fate in tutti i rapporti quotidiani; questo è tutto. Cominciate con ciò e vedrete come sia straordinariamente difficile essere consapevoli, anche solo osservare il vostro modo di comportarvi, le parole che usate col vostro domestico, col vostro capo, l’atteggiamento che avete nei confronti della gente, verso le idee e le cose.

Esaminate i vostri pensieri, i vostri moventi nello specchio del rapporto e vedrete che, nel momento in cui osservate, volete correggere, dite: «Questo è bene, questo è male. Devo fare questo e non quello». Quando vi vedete nello specchio del rapporto, il vostro è un approccio di condanna o di giustificazione e, quindi, distorcete ciò che vedete. Mentre se osservate semplicemente in quello specchio il vostro atteggiamento nei riguardi della gente, verso le idee e le cose, se vedete soltanto il fatto senza giudizio, senza condanna o accettazione, allora scoprirete che quella stessa percezione ha la propria azione. Quello è l’inizio della conoscenza di sé.

#NotInMyName


Come fermare una guerra?

Inizia a trovare pace. 

Se inizi a cercare di porre pace in una situazione a partire da un conflitto non avrai che altra lotta, altro conflitto. Sarai in conflitto con il conflitto stesso. 

Pace non può essere l'obiettivo di un percorso o di un cammino, Pace e' il punto di partenza imprescindibile.
 
Ciò che vediamo adesso nel mondo e' l'espressione del tentativo di voler porre pace imponendo il proprio punto di vista. 
 
Tutti pensano di avere ragione, tutti pensano di avere Dio dalla loro parte.
 
Ma la Pace non sta dalla parte di nessuno, non vede vincitori e vinti, non crea prigionieri, non ha mezzi che giustifichino i suoi fini.

Frutta e Verdura di Stagione: la Spesa di Dicembre



Spesa di stagione di dicembre. Mancano ancora tre settimane alla grandiosa entrata in scena dell’inverno, ma questo non significa che non possiamo più trovare frutta e verdura fresca di stagione, anzi la natura continua a regalarci colori caldi e sapori ricchi di vitamine e sali minerali. E allora vediamo nello specifico con quale frutta e verdura possiamo riempire il nostro piatto, e rallegrare le serate di questo mese di dicembre.


VERDURA
 

Barbabietola Rossa

Helicobacter pylori – I rimedi naturali dimostrati che curano il nostro stomaco


L’infezione da Helicobacter pylori può causare malattie digestive come gastrite (irritazione e infiammazione della mucosa dello stomaco), ulcera peptica (una ferita aperta che si sviluppa sulla mucosa interna dello stomaco, del duodeno o dell’esofago) fino al cancro allo stomaco in tarda età.

Si è osservato che mangiare carne non completamente cotta o le uova crude può trasmettere il batterio dell’Helicobacter pylori nel nostro organismo. Maneggiare carne cruda e usare posate che poi non vengono sterilizzate può favorire la trasmissione del batterio. Anche il contatto sia attraverso saliva che sperma con una persona affetta può essere contagioso.

Sintomi


L’Helicobacter pylori (H. pylori) è un batterio presente naturalmente nel corpo di due terzi della popolazione mondiale, specialmente nei paesi in via di sviluppo dove l’acqua potabile non è pulita, e di solito non causa sintomi. Quando invece comincia ad attaccare lo stomaco si possono manifestare i seguenti sintomi:

Antibiotici e infezioni ospedaliere, che legame c'è?


I ricercatori del Columbia University Medical Center di New York hanno esaminato quello che possono fare gli antibiotici al microambiente che circonda i pazienti. Si tratta dell'ambiente che non si vede a occhio nudo, l'ambiente di microorganismi che è in costante interazione con noi e fra di noi. Il Dr. Daniel Freedberg e i suoi colleghi hanno osservato più da vicino i letti di ospedale nei quali ai pazienti erano stati somministrati antibiotici.

I ricercatori hanno riportato su JAMA Internal Medicine che "gli antibiotici dati a un paziente possono alterare il microambiente locale ed influenzare il rischio di un altro paziente" ed hanno scoperto che un'infezione comune negli ospedali statunitensi che causa diarrea, il clostridium difficile (C. diff), diventa ancora più pervasiva e mortale dopo che un paziente ha assunto antibiotici. La cosa più scioccante è che i pazienti che hanno utilizzato antibiotici si lasciano dietro un microambiente che espone il paziente successivo ad un maggior rischio di infezione da C. diff .

L'utilizzo di antibiotici mette a rischio gli altri


Lo studio mostra che l'uso di antibiotici effettivamente mette gli altri pazienti a rischio in quanto gli antibiotici destabilizzano il terreno e l'ecologia salutare dell'ambiente circostante, riducendo così i microbi buoni che aiutano gli esseri umani a difendersi dalle infezioni. 

Regalare l’Italia ai suoi predatori, fingendo di difenderla


Il piano era semplice: «Creare euforia e consenso legati alle riforme di Renzi per trasformare l’Italia in un paese governabile, “marionettando” un solo uomo», cioè il capo del Pd. Corollario: rendere costituzionale «la subordinazione di Roma a Berlino e Parigi», e soprattutto «completare il trasferimento-svendita» del paese, con le aziende strategiche (inclusa Bankitalia) affidate al controllo di banche straniere. Renzi?

E’ stato solo l’ultimo atto di una tragica farsa che risale agli anni ‘80, scrive Marco Della Luna nel suo blog, in cui denuncia il pericolo di brogli che incomberebbe sul referendum del 4 dicembre, dato l’altissimo rischio che Renzi lo perda, costringendo i suoi padroni occulti a rallentare l’assalto all’Italia. «Al governo e ai potentati che esso serve – scrive Della Luna – non resta che puntare su brogli massicci per vincere il referendum e insieme prepararsi a guidare gli sviluppi, in caso che perdano, mediante i soliti strumenti dei premi e dei ricatti finanziari e giudiziari».

Niente di nuovo: «La principale occupazione dei governanti italiani, perlomeno da Andreatta in poi, è stata quella di trasferire, senza che l’opinione pubblica capisse che cosa facevano, il risparmio, le risorse finanziarie, le migliori aziende, le imprese strategiche, tra cui soprattutto la Banca d’Italia, a multinazionali finanziarie straniere».

Si sta gestendo un colpo di Stato in Grecia per causa del suo avvicinamento alla Russia?

Golpe in Grecia

L’Europa sta attraversando un periodo molto convulso per causa della crisi finanziaria che sta rendendo ancora più difficile il processo di costruzione europea (imprescindibile perchè possa competere come potenza mondiale) e la fase si ristagno economico che si sta rendendo visibile nei paesi periferici ed emergenti e con essa l’apparizione di bolle deflazionistiche nel seno della UE che peggiorano lo scenario economico complessivo.

Tutto questo ha provocato la disaffezione di buona parte dei cittadini europei e da questa l’apparizione di forze centrifughe che potrebbero provocare lo smembramento dell’attuale Unione Europea (Brexit) ed il ritorno a scenari dimenticati di protezionismo economico e di creazione di compartimenti stagni nell’orizzonte del 2019.

Allo stesso modo, le politiche costrittive e di austerità imposta, implementate nella UE, potrebbero ritorcersi contro la stessa Unione, visto che fino ad ora i processi di adesione di nuovi paesi avevano funzionato come strumenti di democratizzazione e riformismo nel continente ma la dottrina del “Numerus Clausus” avrebbe messo fine al processo di ampliamento con il rischio evidente che gli  “pseudo valori democratici”, che la UE ha esportato verso i paesi della estinta URSS siano sostituiti presto dagli ideali nazionalisti ed identitari della Nuova Grande Russia di Putin, fatto che  andrebbe ad alterare lo scenario geopolitico europeo per la prossima decade.

Fidel Castro: l'altra Storia

 
James Preston, Ph.D. - Castro era in origine un uomo della CIA. Egli è stato in seguito ed in segreto gestito dai Gesuiti e dal Vaticano, che ha impedito alla CIA e all'USG di assassinarlo, destituirlo o di far invadere Cuba. E' stato membro del CFR (Council on Foreign Relations) ed aveva l'abitudine di venire a New York per partecipare alle sue riunioni. Questo fatto non è mai stato pubblicizzato. La Cabala ha fatto in modo di informare preventivamente Castro di tutti i tentativi di assassinarlo.

Fidel Castro Geopolitico

Mentre i russi hanno una percezione positiva di Fidel Castro, alcuni indiani sembrano aver dimenticato che il leader cubano è stato uno dei pochi amici dell’India nella Guerra Fredda.

La morte di Fidel Castro ha rivelato il lato oscuro dell’odio che si annida in occidente nei confronti di chi segue vie diverse. Gli occidentali, che amano affermarsi più civili degli altri, celebrano la morte del vecchio cubano. La loro frustrazione è comprensibile dato che Castro era una spina nel fianco, sfidando i numerosi tentativi occidentali di assassinarlo durante la guerra fredda. Russi e indiani erano grandi sostenitori del Comandante durante la guerra fredda, e dimostrano emozione per la sua scomparsa. 

Mentre la Russia è assolutamente positiva sull’eredità di Castro, e la maggior parte degli indiani e dei media tradizionali ricorda con affetto il torreggiante leader, una frazione di indiani sui social media attacca il defunto leader. 

Questo è curioso, perché l’India ha avuto rapporti molto amichevoli con Cuba. In contrasto coi criminali capi occidentali come Richard Nixon e Margaret Thatcher, il carismatico Castro era una figura popolare tra tutte le classi indiane e rappresentava la lotta dei piccoli Paesi contro il colonialismo. 

Chi attacca Castro rigurgita le stesse accuse che i media occidentali spacciano da anni. Sono convinti che fosse un “dittatore spietato” che incarcerava “migliaia” di persone, seguendo la narrazione occidentale che Castro avesse imposto lo stato di polizia in cui i cittadini non avevano libertà di parola. E accusano Castro dei problemi economici di Cuba.